Just another WordPress.com site

Latest

Salviamo il canale YouTube della cultura in Italia!

Il canale YouTube sta per essere cancellato dalla monetizzazione perché mentre in molti guardano le cretinate, pochi si soffermano ad ascoltare una colonna sonora o una poesia. Se entro un mese non raggiungeremo i 1000 iscritti, non saremo più partner di YouTube.
Vi chiediamo semplicemente di iscrivervi al canale e fare in modo che il nostro cammino possa procedere come merita.
Grazie.
http://www.youtube.com/user/TheCompositrice

Advertisements

GIORNATA NAZIONALE DEI POETI E DEI NARRATORI

 

VENERDI’ 15 DICEMBRE


ORE 18.30


SALA DELLA MUSICA


VIA BOCCALEONE, 19


FERRARA

DIRETTORE ARTISTICO E CONSULENTE MUSICALE:  Mariangela Ungaro


PRESENTATORI: ANTONIO DI BARTOLOMEO, PIPINO CONTALINO


INTERVISTATORI: Anna Ronzulli, Guido Poletto,Laura BottoniMarino MontiDavide Magno Magnani, Antonio Di Bartolomeo, Pipino Contalino.


LETTORI: Laura Bottoni, Laura Nahum, Patrizia Fiorini, Guido Poletto, Bianca Caselli, Sergio Fortini, Sandro Mingozzi, Barbara Gollini, Barbara Bologna,Mariarosaria Ruotolo.
….

Accompagna le letture al pianoforte: 

MARIANGELA UNGARO


 

 

CINEMA D’ASCOLTO I VOL. ora in vendita!

Con Antonio Di Bartolomeo presso Pluriversum Edizioni

 

Il presente lavoro si pone come indagine accurata sui linguaggi cinematografico e musicale, intrecciati indissolubilmente alla storia e alla cultura popolare.

Il cinema ha avuto un ruolo sostanziale nella storia dell’umanità, divulgando alle masse messaggi, cultura, informazioni, valori, bisogni, stili di vita, provocazioni, critiche alla stessa società e inventando nuovi modi per comunicare. La musica, il linguaggio universale per eccellenza, si è strettamente legata al cinema, asservendolo da un lato, ma anche amplificandone i significati, mantenendo le sue caratteristiche linguistiche ed epistemologiche, e andando aldilà della stessa immagine che andava a connotare. La musica si è rinnovata nella sostanza e ha ricreato se stessa seguendo modalità molto precise a seconda dei generi cinematografici che andava a musicare, quando non addirittura creando un sound specifico che nella storia della musica non aveva precedenti.

copertina completa mariangela ungaro

Il primo volume è acquistabile a questo link in assoluta sicurezza

https://www.amazon.it/dp/8885751040/ref=cm_sw_r_wa_awdb_V.E0zb68SFY34

La musica ha il potere di creare o distruggere un film.

La combinazione nel tempo di dinamica, caratteri strumentali e timbrici, volumi, cellule ritmiche, forma, gesti e struttura della composizione, generano tutto il mondo musicale del brano che ascoltiamo e tutte le sue avventure, i suoi sviluppi, le sue tragedie, nemmeno stessimo celebrando una metafora della vita di ciascuno di noi.

Il suono crea gli stati d’animo, ma in realtà siamo noi a percepirli come tali… Perché erano già in noi e lo sono da sempre.

Ascoltando migliaia di film, mi sono accorta che l’Uomo è lo stesso in qualsiasi parte del mondo viva e muoia, soffra e gioisca, aldilà della “razza”, del sesso, del credo politico, della fede religiosa, del territorio e del contesto sociale.

Per ampliare e rendere comprensibile profondamente il suo messaggio, il cinema ha avuto bisogno e ha scelto consapevolmente il linguaggio universale per eccellenza: la Musica.

Ascoltando un film lo si comprende davvero.

Chi mi conosce sa quanto questo progetto mi sia costato, ma io ci ho creduto, ancora una volta. Ringrazio di cuore tutte le  persone che con il loro affetto mi hanno sempre sostenuta e spronata.

Seguiranno altri 4 volumi.

 

 

Grazie.

Mariangela Ungaro

 

CINEMA D’ASCOLTO di Mariangela Ungaro

CINEMA D’ASCOLTO

 Estratti dai 5 volumi

 

CINEMA D’ASCOLTO:

UN VIAGGIO INTORNO AL MONDO ATTRAVERSO LE SONORITA’ DEL CINEMA MONDIALE.

La compositrice e scrittrice Mariangela Ungaro ha ideato e prodotto CINEMA D’ASCOLTO, un viaggio intorno al mondo attraverso le sonorità del cinema mondiale.
La raccolta di saggi tratta in modo piacevole ma dettagliato la storia del cinema di ogni parte del mondo con particolare riferimento alla musica creata apposta o utilizzata per sonorizzare i film, seguendo le tematiche principali della storia di diverse nazioni in ordine cronologico.
Una lettura piacevole per non addetti ai lavori, una raccolta interessante per musicisti e cineasti.
Esistono anche delle puntate radiofoniche prodotte per Radio Diritto Zero, con la regia audio di Emanuele Contreras.

I CONTENUTI:

 

1. CINEMA D’ASCOLTO

Introduzione all’opera, dediche e presentazione

Rudimenti di musica per cinema e teoria musicale generale, il ruolo della musica

Esempi di musica di pubblico dominio nel cinema mondiale

La musica originale per cinema, tecniche compositive e generi cinematografici

 

2. LA MUSICA E IL CINEMA DEI PAESI MEDITERRANEI

Il cinema italiano

il cinema francese

il cinema spagnolo

il cinema greco

 

3. LA MUSICA E IL CINEMA DEI PAESI FREDDI

Il cinema dei paesi scandinavi

il cinema russo

il cinema tedesco

 

4. LA MUSICA DEL CINEMA ASIATICO

il cinema giapponese

il cinema cinese

il cinema koreano

il cinema indiano (Bollywood)

5. IL CINEMA E LA MUSICA DEI PAESI ANGLOSASSONI

il cinema americano

il cinema inglese

il cinema australiano

 

 

 

 

PRESENTAZIONE GENERALE

Il lavoro si pone some indagine accurata sui linguaggi cinematografico e musicale che sono intrecciati indissolubilmente con la storia e cultura del popolo a cui entrambi danno voce.
L’originalità dell’opera è innanzitutto il suo raggio d’azione mondiale, mentre i saggi esistenti si limitano ad indagini più monografiche, spesso per genere cinematografico (il film musicale, il cinema muto, il cinema 3D) oppure per autore (il cinema di Argento, il cinema di Fellini e così via..) o semplicemente per epoca storica.
“Cinema d’Ascolto” collega tutto il mondo e la sua storia, la sua cultura, e arriva a fare grandi riflessioni a livello socio-psicologico e interculturale, proprio perché ha una visione olistica di tutto il comportamento dei popoli del mondo in un definito periodo storico. “Cinema d’Ascolto” fornisce anche spunti di riflessione sulla cultura dei popoli, di cui il cinema e la musica sono lo specchio esatto e più intimo, atavico, autentico, intrecciato e veritiero.
In un momento di grave crisi culturale come quello attuale, conoscere il linguaggio audiovisivo che fa parte integrante della vita di ciascuno, in modo sempre più olistico e pregnante, e che lega il mondo intero nella sua rinnovata versione globale e tecnologica, è fondamentale per leggere in modo critico e consapevole i messaggi che la società ci fornisce e che, senza le giuste coordinate, rischieremmo di assimilare acriticamente.
Il cinema ha avuto un ruolo sostanziale nella storia dell’umanità, divulgando alle masse messaggi, cultura, informazioni, valori, bisogni, stili di vita, provocazioni, critiche alla stessa società e inventando nuovi modi per comunicare. La musica, il linguaggio universale per eccellenza, si è strettamente legata al cinema, asservendolo da un lato, ma anche amplificandone i significati, mantenendo le sue caratteristiche linguistiche ed epistemologiche, e andando aldilà della stessa immagine che andava a connotare. La musica si è rinnovata nella sostanza, e ha ricreato se stessa seguendo modalità molto precise a seconda dei generi cinematografici che andava a musicare, quando non addirittura creando un sound specifico che nella storia della musica non aveva precedenti.
La musica in sostanza ha sommato le sue ragioni a quelle del cinema, riempiendo di significato le immagini, talvolta descrivendole alla lettera con timbri, ritmi, intensità, ma anche innalzandosi al di sopra delle parti. A volte la musica ha salvato delle pessime pellicole, altre ha rovinato delle pellicole più che interessanti, perché ha un potere reale che non va assolutamente sottovalutato.
Una ricerca davvero affascinante.
Il lavoro è stato proposto sottoforma di conferenze con audiovisivi a teatri e circoli culturali e come puntate radiofoniche.
Il lavoro è stato proposto nelle sale da concerto, con l’esecuzione dal vivo delle musiche, concerti peraltro realizzati in prestigiose sale italiane come ad esempio la sala Verdi del Conservatorio di Milano che vide nel 2007 e 2010 due concerti per coro, solisti e orchestra con musiche per film orchestrate in originale da Mariangela Ungaro e al teatro Cagnoni di Vigevano nella serata intitolata “Note di stelle” in occasione di un prestigioso festival cinematografico.

CONTATTI:

mariangelaungaro@gmail.com

http://www.stardustgroup.it

 

MUSICA PER TUTTI

MUSICA PER TUTTI

 
Raccolta di saggi critici a cura di Mariangela Ungaro dedicati al modo di comunicare più autentico e speculare dell’umanità, la musica.
Attraverso lo studio, l’analisi e la conoscenza approfondita della musica in vari periodi storici, si è cercato di capire in che modo il linguaggio musicale abbia attinto i suoi vocaboli atavici già insiti nell’essere umano in quanto tale, e come ci si rapporti a seconda del contesto storico ed emozionale in cui va ad operare, non semplicemente come sovrastruttura.
Un viaggio sonoro che parte dalla musica dell’antichità, passa attraverso la sinfonia a programma e approda alla musica per cinema, dal brano solistico alle ultime frange radicali della composizione colta contemporanea.
Un umile contributo allo studio della comunicazione non verbale in genere e del linguaggio musicale nel particolare, una raccolta che sarà lieta di fornire spunti, riflessioni, critiche, domande, utili a chi insegna la musica oggi, a qualsiasi livello, o ne è semplicemente un fruitore appassionato.
 

acquista on line

inizia a leggere on line gratuitamente qui: MUSICA PER TUTTI – Mariangela Ungaro

//

 

Un libro indispensabile in ogni biblioteca per capire la musica di ogni tipo.

di Franco Brugnola 18 novembre 2015

Per me che ho sempre amato la musica classica (ma non solo) e che sin da studente andavo all’Auditorium del Foro Italico a Roma a sentire i concerti si Sawallish per poi passare ai concerti di via della Conciliazione ed infine al nuovo Auditorium di Roma pur non sapendo suonare alcuno strumento, questo libro scoperto da poco mi ha aperto un nuovo modo per capire la musica. Dal bellissimo incipit a come si scrive la musica, gli strumenti. Bellissime descrizioni dei pochi pezzi, ma ben scelti che l’autrice ci ha descritto con maestria di insegnante abituata a spiegare a scuola (finché sarà possibile) i fondamenti della nostra cultura. Ho ritrovato l’amato Mahler e le musiche da film. Leggerò e rileggerò queste pagine che mi hanno spinto comunque ad approfondire

MUSIC FOR/FROM SPACE. Sky from I.S.S. – Musiche inedite di Mariangela Ungaro.

Mi sono sempre chiesta che espressioni facciano le persone quando ascoltano la mia musica, volontariamente o meno.
La musica non è del compositore, viene dal “mondo altro”, il compositore ne assembla solo i relitti,
secondo il suo discutibile gusto.
Immagini tratte dai filmati della Iss on Live, Stazione spaziale internazionale che ci mostra il cielo sopra la Terra sorvolando il Pacifico tra Giappone e California.
Musiche inedite di Mariangela Ungaro.

MUSIC FROM SPACE

Pubblicata la raccolta di articoli e recensioni a cura di Mariangela Ungaro

“ARTICOLI E RECENSIONI”

LIBRO ON LINE

Una breve raccolta di articoli di Mariangela Ungaro sostanzialmente dedicati al mondo musicale dei nostri giorni, alle sue contraddizioni, alla sua bellezza. Tra memorie e riflessioni, l’autrice è diretta, coerente e probabilmente poco diplomatica, che descriva un’esperienza o ne tragga delle conclusioni. Seguono due recensioni per due autori italiani emergenti.

LA NUOVA BIBLIOTECA DI AUTORI EMERGENTI

LA NUOVA BIBLIOTECA DI EMERGENTI

Apre la nuova biblioteca gratuita che cerca libri di autori ed autrici emergenti.

Se hai scritto nella tua vita, noi siamo pronti ad accoglierti.

Per info dettagliate scrivere a mariangelaungaro@gmail.com

Oggetto: la Biblioteca di Emergenti.

Vi aspettiamo!

Mi chiamo Mariangela Ungaro e sono la direttrice artistica di Stardust Poetry, servizi per scrittori.
http://www.stardustgroup.it/poetry.html

La biblioteca di emergenti è una mia idea relativa al grande sogno di una mia amica, Paola Chifari, che sta morendo purtroppo, ma prima di andarsene, lei che è grande amante della Letteratura, sta raccogliendo in una biblioteca tutti i libri che i donatori vorranno inviarle. La cosa è assolutamente “easy”, è solo il sogno di una ragazza in fin di vita con un grande sogno.

Ecco il messaggio di Paola:

IL GRANDE SOGNO DI PAOLA: una biblioteca.
Paola Chifari amante dei libri forever sogno di una biblioteca personale
Cari amici e care amiche,
ci tengo a ricordarvi quanto è importante x me il vostro prezioso contributo : grazie a voi poi potrò realizzare il mio grande desiderio! Ho bisogno di amici e donatori volenterosi a aiutarmi a realizzarlo; non sono solo parole ma x me ha un valore speciale ! Per me non è solo un semplice gesto o un semplice dono ricevere i vostri libri, ma x me è e sarà PER SEMPRE la mia felicità finché sarò poi pronta a spiccare il volo !

Grazie davvero di cuore a chi mi capisce ma soprattutto a chi mi donerà parte dei vostri preziosi libri e della vostra vita.
Vi voglio bene !
Paola Chifari

La raccolta di volume di autori emergenti vuole anche essere una vetrina assolutamente gratuita per voi, così esiste un luogo dove sono raccolti i libri di autori contemporanei.
Se la cosa può essere di vostro gradimento, potete donare una copia dei vostri lavori a Paola Chifari.
L’indirizzo per scrivere a Paola è

PAOLA CHIFARI
VIA FRANCESCO BARACCA 130
90136 PALERMO BAIDA

E’ possibile visionare la pagina facebook di Paola qui:
https://www.facebook.com/Paola-chifari-amante-dei-libri-forever-sogno-di-una-biblioteca-personale-714672315327746/timeline/

Grazie di tutto e buona giornata.
Mariangela Ungaro

SALE PROVA CON PIANOFORTI ACUSTICI, anche a coda, NEL PIENO CENTRO DI MILANO

  SALE PROVA PER PIANISTI, STRUMENTISTI E CANTANTI
 
 
Sala 1  di 40 mq utilizzabile per concerti, saggi, conferenze,


con acustica dalla caratteristica brillante, adatta anche a prove e riprese di ensemble orchestrali, band, cameristi e solisti.

 
 
 

Sala 2 di 7 mq-anecoica utilizzabile anche per riprese radiofoniche, doppiaggi, speakeraggi.

 
 
 
 

Sala 3 di 7 mq-riflettente

con pianoforte Schulze-Pollmann

 
 
 
 
MILANO MUSIC ZONE
via Reinach, 7
Milano

info@milanomusiczone.it

+39 3338778764
 

PREPARAZIONE CANTANTI E BASI MUSICALI PER XFACTOR 2015

STARDUST ARTISTIC STUDIOS PREPARA

CANTANTI E BASI MUSICALI

PER I NUOVI TALENTI

CHE SI PROPONGONO ALLE NUOVE SELEZIONI

DI XFACTOR 2015.

Xfactor è nostro partner.

download

INFO E PRENOTAZIONI: 

Stardust Artistic Studios

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

0299769737
http://www.stardustgroup.it

   
STARDUST2 copy

IL MEGLIO DI STARDUST

IL MEGLIO DELLE PRODUZIONI AUDIO E VIDEO DI STARDUST ARTISTIC STUDIOS, 

LA MIGLIOR MUSICA DAL VIVO DI STARDUST MUSIC GROUP

I MIGLIORI LAVORI AUDIOVISIVI PER SCRITTORI DI STARDUST POETRY

IL MIGLIOR MARKETING SUL WEB DI STARDUST WEB MARKET

IL MEGLIO DI STARDUST

http://www.youtube.com/playlist?list=PLbM2r8GigEmwDdR_rpPq1SOS-rVvToN0G

STARDUST ARTISTIC STUDIOS

info@stardustgroup.it

STARDUST WEB STORE

http://www.smalfiland.com/StudioRegistrazioneStardust

Studio di registrazione e produzione audio

STARDUST RECORDING STUDIO

http://www.stardustgroup.it/studiodiregistrazione.html

+39 3403465396

http://www.facebook.com/pages/Studio-di-registrazione-Stardust/184684194971188

#produzionemusicale, #studiodiregistrazione, #stardustartisticstudios

#mariangelaungaro, #emanuelecontreras, #colonnesonore, #originalsoundtracks

http://www.stardustgroup.it

Produzione video

STARDUST FILMS PRODUCTION

http://www.stardustgroup.it/produzionevideo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

https://www.facebook.com/nomoneyleft2014

#produzionevideomilano, #produzionevideo, #videoproductions, #stardustartisticstudios

#studioproduzionemilano, #emanuelecontreras

Musica per eventi live

STARDUST MUSIC GROUP

http://www.stardustgroup.it/musicadalvivo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

http://www.facebook.com/stardust.music.group

#produzionemusicalemilano, #musicamatrimoniomilano, #stardustmusicgroup, #musicaeventilivemilano, #musicaitalianalive, #duomatrimonio, #weddingmusicmilano

Scuola di Musica e Tecnologia Stardust

STARDUST MASTER SCHOOL

http://www.stardustgroup.it/didattica.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

https://www.facebook.com/stardustmasterschool

#scuoladimusicamilano, #emanuelecontreras, #mariangelaungaro, #corsipianofortemilano, #corsibatteriamilano, #corsotecnicodelsuonomilano,

#stardustMasterSchool

Servizi per scrittori e poeti

STARDUST POETRY

http://serviziperscrittori.blogspot.it

info@stardustgroup.it

+39 3423193030

http://www.facebook.com/letteraturaMusicaVideoEventi

#ServiziperScrittoriMilano, #poesiainedita, #autoriemergenti, #scrittori #poeti, #letteratura, #salaconferenze, #salaconcerti #ebook, #booktrailers, #musicavideoeventi

#musicalivemilano

Produzione audio e video

STARDUST ARTISTIC STUDIOS

http://www.facebook.com/stardust.artistic.studios

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

#produzionevideomilano, #produzionevideo, #videoproductions, #stardustartisticstudios

#studioproduzionemilano, #emanuelecontreras

Servizi web Marketing

SERVIZI WEB MARKETING

http://www.stardustwebmarket.com

mariangelaungaro3@gmail.com

+39 3423193030

http://www.facebook.com/stardustwebmarket

I MIGLIORI VIDEO DI STARDUST ARTISTIC STUDIOS, STARDUST MUSIC GROUP E POETRY

VIDEO  YOUTUBE

STARDUST FILMS PRODUCTIONLOGO WEBMARKET copy

STARDUST2 copy

STARDUST POETRY master copy

logo 2012

OMERO https://www.youtube.com/watch?v=NQE2GE8N6iM

SALONE TORINO https://www.youtube.com/watch?v=yg-xuLA6uG0

PIANO CITY 2014 EMERGENTI https://www.youtube.com/watch?v=guv4F21SG60

BOOKTRAILERS  https://www.youtube.com/watch?v=ead806cvBc0

ARTISTI https://www.youtube.com/watch?v=PooMwkE7zcY

DIVE CHANNEL https://www.youtube.com/watch?v=YKeUYyJYCVU

POESIE GIOVANILI https://www.youtube.com/watch?v=x0jBOWaZhXA

LE STELLE RISPONDONO https://www.youtube.com/watch?v=rAXVJNkjXh8

PADRE NOSTRO https://www.youtube.com/watch?v=CiysLmmfpgM

PALCO https://www.youtube.com/watch?v=ayv383U_6kA

SNAPSHOT FORM THE CITY https://www.youtube.com/watch?v=iVNP5dX5Y74

NEL 26 https://www.youtube.com/watch?v=SJp7FFvjzH8

COCAINA https://www.youtube.com/watch?v=Wsg_M9kxSIg

INVESTIGATION https://www.youtube.com/watch?v=gUjcg71P44A

KYRIE https://www.youtube.com/watch?v=lXg_bqx4cOQ

WAGNER https://www.youtube.com/watch?v=PCYxOJxFfXE

DONNA D’INVERNO https://www.youtube.com/watch?v=-wnVci5SyBQ

ALTA MODA SPOSA https://www.youtube.com/watch?v=Ppmp49xrkKE

IL RUMORE DEL SOLE https://www.youtube.com/watch?v=l1dCuQr-hDM

CANTI LITURGICI https://www.youtube.com/watch?v=dSJdMeMFuLg

ARIMO https://www.youtube.com/watch?v=AJY2AmN_RFE

BALLIAMO SUL MONDO https://www.youtube.com/watch?v=PQswSn_4AaE

GOUNOD https://www.youtube.com/watch?v=WFpirfB19XM

ASTRONAVE https://www.youtube.com/watch?v=d28fuY8JV2U

AMAZING GRACE https://www.youtube.com/watch?v=O53Ze3vzLjI

UMANA FRAGILITA’ https://www.youtube.com/watch?v=YmncKSXL914

AGNUS DEI https://www.youtube.com/watch?v=jmU8X65dCP8

EVERGREEN https://www.youtube.com/watch?v=4_cCaKaQimg

GLORIA POZZATO https://www.youtube.com/watch?v=k5Ot80JfjgI

FRAU https://www.youtube.com/watch?v=4mCpkCI2Niw

CONSIGLI https://www.youtube.com/watch?v=2UEb_dQrg9E

SPOT STARDUST STUDIOS https://www.youtube.com/watch?v=OVdzRq1_k1E

MOON DANCE https://www.youtube.com/watch?v=I41hmZT0NJ0

LIFE ON MARS https://www.youtube.com/watch?v=tBY-f7ScpNo

JAILHOUSE ROCK https://www.youtube.com/watch?v=N01jjzuUpLk

DON’T YOU WORRY https://www.youtube.com/watch?v=n2kwaKmDWmU

VIA CON ME https://www.youtube.com/watch?v=YXX30nQo0yQ

LOVER MAN https://www.youtube.com/watch?v=l-8_N9ADLb0

BOOGIE https://www.youtube.com/watch?v=PVNCJSwLtHw

MOON RIVER https://www.youtube.com/watch?v=vXuz-4DfXu8

HEY BARTENDER https://www.youtube.com/watch?v=NLnWhlRlMYE

IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO https://www.youtube.com/watch?v=UKvA0-IodWI

EVERYTHING https://www.youtube.com/watch?v=4PiZuBgjpQo

SMILE https://www.youtube.com/watch?v=ckinWoDaudw

C’ERA UNA VOLTA IL WEST https://www.youtube.com/watch?v=HszjVXgAPsU

SMILE https://www.youtube.com/watch?v=TIjXU9nSeOM

LOVER MAN https://www.youtube.com/watch?v=fgokFIaxO04

PIANO CITY 2015 PROVINO https://www.youtube.com/watch?v=QdcODuz3RaA

BOOKTRAILERS DEDICA MUSICISTI https://www.youtube.com/watch?v=vXI_Bvkjpjs

SCIARPACOLLANA https://www.youtube.com/watch?v=vsI3XxSEU6U

TU NELL’UNIVERSO https://www.youtube.com/watch?v=ipMJ9pyzP_4

UNCHAIN MY HEART https://www.youtube.com/watch?v=EUoXv5yW2F8

MUSICA MATRIMONIO BALLABILE MIX https://www.youtube.com/watch?v=2KSBqjATC8E

PROVINO PIANO CITY 2014 https://www.youtube.com/watch?v=oZPDvIYskYE

MARLENE PIGEON https://www.youtube.com/watch?v=LS1FpLJ_nxs

PAMELA MANZO https://www.youtube.com/watch?v=W7JnVrI15fo

D’ANNUNZIO https://www.youtube.com/watch?v=GxKBpumG-nU

WARS https://www.youtube.com/watch?v=RD9Ls0UCFi0

BLIND LOVE https://www.youtube.com/watch?v=getvD5I-7b4

BOOKTRAILER https://www.youtube.com/watch?v=l5kp-v-NoAQ

BOOKTRAILER PER M.T.MANTA https://www.youtube.com/watch?v=I9jk5LjjeBk

LA SIRENETTA https://www.youtube.com/watch?v=3x4OKebDIIk

RELAXING MUSIC https://www.youtube.com/watch?v=AntlYE5jyhM

AUTUNNO https://www.youtube.com/watch?v=ooUfdfNzJk0

CONGIURA DEI BARONI https://www.youtube.com/watch?v=6GuM4UCoGHE

GOTHIE https://www.youtube.com/watch?v=uQOUamg37WA

ROSA IN INVERNO https://www.youtube.com/watch?v=FJRiBw1rpkg

IO CON DIO https://www.youtube.com/watch?v=9tQsmst30kM

SMALFILAND https://www.youtube.com/watch?v=duPmVvaiUPI

SMALFILAND 2 https://www.youtube.com/watch?v=HKjDIya71gM

VINE1 https://www.youtube.com/watch?v=9nx_Bnu3XkE

VAL PUSTERIA https://www.youtube.com/watch?v=PlJdNpgUkAs

EX FORTE PEPE https://www.youtube.com/watch?v=-_6Y_5IUsWA

FOR CHILDREN https://www.youtube.com/watch?v=I2r_3Rji7Ig

I DUE FIGLI https://www.youtube.com/watch?v=Gg-WNkaYNCg

NOSFERATU https://www.youtube.com/watch?v=BzNanmkegdk

DELL’AURORA TU SORGI PIU’ BELLA https://www.youtube.com/watch?v=JKrTVDgT_fs

BLIND LOVE BACKSTAGE https://www.youtube.com/watch?v=8dnH7HnEKtc

VETRI DI POESIA https://www.youtube.com/watch?v=fS7HnxYff2o

AFORISMA DI FUGA https://www.youtube.com/watch?v=srH0XPtc9m8

MUSICA MATRIMONIO CIVILE https://www.youtube.com/watch?v=HMrYSoWrnxI

MARCIA MENDELSSOHN https://www.youtube.com/watch?v=sXZs7z7Qn40

SMILE NOTE DI STELLE https://www.youtube.com/watch?v=JqsrDdP392I

ONE FINE DAY https://www.youtube.com/watch?v=clR1mkJm31A

BOOGIE https://www.youtube.com/watch?v=GpmRUXjONsA

IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG https://www.youtube.com/watch?v=IKAWBLUKDzg

JAILHOUSE ROCK VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=gxUWvPcm6B4

HEY BARTENDER VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=g7e_7DOkMP4

PERFECT DAY https://www.youtube.com/watch?v=Uebswl6ebf0

YOU DON’T KNOW ME https://www.youtube.com/watch?v=Ov_DNtzAFFo

WHEN I FALL IN LOVE

https://www.youtube.com/watch?v=8KCV5TIy6iA

SHALL I COMPARE THEE https://www.youtube.com/watch?v=qjzyXRgAFWw

UNFORGIVABLE SINNER https://www.youtube.com/watch?v=Hq3SLlFmInM

FARWELL TO ARMS https://www.youtube.com/watch?v=HAS-tQxXI-k

AVE MARIA DI SCHUBERT https://www.youtube.com/watch?v=CAWB9d4liWc

CARUSO https://www.youtube.com/watch?v=X6PfqqrlSVs

MATER JUBILEI https://www.youtube.com/watch?v=JOwExxJMdnc

TITANIC https://www.youtube.com/watch?v=YZ9cUr3j1d0

SONNO ELEFANTE https://www.youtube.com/watch?v=Tr7DJ7zjVd0

LET THE MUSIC PLAY https://www.youtube.com/watch?v=nmncPwL2nwQ

CAMMARIERE MEDLEY https://www.youtube.com/watch?v=OOwraldPTbE

I’VE GOT YOU UNDER MY SKIN https://www.youtube.com/watch?v=AIG-Lmboelk

PARIGI https://www.youtube.com/watch?v=XaZaXoYEIyk

AMAZING GRACE SOLO MARY https://www.youtube.com/watch?v=mvzA0blOA9w

LA PARTICELLA DI DIO LOST IN THE STARS https://www.youtube.com/watch?v=sIO7uia4vCk

ARTISTI SENZA FRONTIERE https://www.youtube.com/watch?v=LLABkyTQqYY

ASSALTO AL CIELO https://www.youtube.com/watch?v=Kmh8Oop-3D8

SOUNDTRACK FOR THE OCEAN https://www.youtube.com/watch?v=Mzpzh2kzQd0

SCENA DEL BOSCO ROSA IN INVERNO https://www.youtube.com/watch?v=2FlaBMhVsBg

INTERVISTA https://www.youtube.com/watch?v=PUjbBiw2jLo

INNO SCUOLA FABBRI https://www.youtube.com/watch?v=jhJlQGBOrG4

HESITATION https://www.youtube.com/watch?v=NFIFXxQsaSE

SONNO ELEFANTE https://www.youtube.com/watch?v=o4z6gHXdcoI

PASO DOBLE https://www.youtube.com/watch?v=2PQBiYu0H0k

NON SENSE https://www.youtube.com/watch?v=tbUW8ESKfyY

REBUS https://www.youtube.com/watch?v=kzex1BNrUjM

TUTTI I SERVIZI STARDUST ARTISTIC STUDIOS

 STARDUST ARTISTIC STUDIOS:

PROFESSIONISTI DELLO SPETTACOLO, DELL’ARTE E DELLA CULTURA

 STARDUST2 copy

STARDUST copy

Studio di registrazione e produzione audio

STARDUST RECORDING STUDIO

http://www.stardustgroup.it/studiodiregistrazione.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

STARDUST FILMS

Produzione video

STARDUST FILMS PRODUCTION

http://www.stardustgroup.it/produzionevideo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

logo STARDUSTT

Musica per eventi live

STARDUST MUSIC GROUP

http://www.stardustgroup.it/musicadalvivo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

STARDUST MASTER SCHOOL

Scuola di Musica e Tecnologia Stardust

STARDUST MASTER SCHOOL

http://www.stardustgroup.it/didattica.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

STARDUST POETRY master copy

Servizi per scrittori e poeti

STARDUST POETRY

http://www.stardustgroup.it/poetry.html

info@stardustgroup.it

+39 3423193030

LOGO WEBMARKET copy

Servizi web marketing per Aziende e Privati

STARDUST WEB MARKETING

http://www.stardustgroup.it/webmarket.html

info@stardustgroup.it

+39 3423193030

download

Arte, musica, cultura, didattica, letteratura, cinema, tecnologia, attualità..
http://www.youtube.com/user/TheCompositrice

STARDUST WEB STORE

http://www.smalfiland.com/StudioRegistrazioneStardust

nuovo logo con targhe2560 

Studio di registrazione e produzione audio

STARDUST RECORDING STUDIO

http://www.facebook.com/pages/Studio-di-registrazione-Stardust/184684194971188

Produzione audio e video

STARDUST ARTISTIC STUDIOS

http://www.facebook.com/stardust.artistic.studios

Musica per eventi live

STARDUST MUSIC GROUP

http://www.facebook.com/stardust.music.group

Servizi per scrittori e poeti

STARDUST POETRY

http://www.facebook.com/letteraturaMusicaVideoEventi

SERVIZI WEB MARKETING

http://www.facebook.com/stardustwebmarket

TUTTO SU STARDUST STUDIOS servizi produzione audio e video Milano

CANALE YOUTUBE

download

STARDUST WEB STORE

http://www.smalfiland.com/StudioRegistrazioneStardust

d2134-nuovo2blogo2bcon2btarghe2

 

 

 Studio di rSTARDUST copyegistrazione e  produzione audio                         

 STARDUST RECORDING STUDIO

http://www.stardustgroup.it/studiodiregistrazione.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

STAR3STARDUST2youtube3 copyDUST FILMS PRODUCTION

Produzione video

http://www.stardustgroup.it/produzionevideo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

Musica plogo 2012er eventi live

STARDUST MUSIC GROUP

http://www.stardustgroup.it/musicadalvivo.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

Scumary e ema al pianoola di Musica e Tecnologia Stardust

STARDUST MASTER SCHOOL

http://www.stardustgroup.it/didattica.html

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

STARDUST POETRY master copyServizi per scrittori e poeti

STARDUST POETRY

http://serviziperscrittori.blogspot.it

info@stardustgroup.it

+39 3423193030

STARDUST copy

Studio di registrazione e produzione audio

STARDUST RECORDING STUDIO

http://www.facebook.com/pages/Studio-di-registrazione-Stardust/184684194971188

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

3STARDUST2youtube3 copy

Produzione audio e video

STARDUST ARTISTIC STUDIOS

http://www.facebook.com/stardust.artistic.studios

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

Musica per eventi live

STARDUST MUSIC GROUP

http://www.facebook.com/stardust.music.group

info@stardustgroup.it

+39 3403465396

a6407-banner2bdefinitivo2bstardust

Servizi per scrittori e poeti

STARDUST POETRY

http://www.facebook.com/letteraturaMusicaVideoEventi

info@stardustgroup.it

+39 23193030

#serviziperscrittorimilano, #poesiainedita, #autoriemergenti, #scrittori #poeti, #letteratura, #salaconferenze, #salaconcerti #ebook, #booktrailers, #musicavideoeventi

#musicalivemilano

21a55-comunicati_1760

Servizi web Marketing

SERVIZI WEB MARKETING

http://www.stardustwebmarket.com

http://www.facebook.com/stardustwebmarket

mariangelaungaro3@gmail.com

+39 3423193030

LOGO WEBMARKET copy

Milano music zone

PINTEREST

http://www.pinterest.com/davideferropian/milano-music-zone/

BLOGGER

http://milano-music-zone.blogspot.it/

FACEBOOK

https://www.facebook.com/MilanoMusicZone?ref=hl

LINKEDIN

https://www.linkedin.com/pub/milano-music-zone/ab/b71/845

PLAYLIST YOUTUBE

http://www.youtube.com/playlist?list=PLbGFszejryhkzTZvDNmp_3DKMU8ifsRep

TWITTER

https://twitter.com/servizimusicali

Smalfiland store

http://www.smalfiland.com/milanomusizone

Davide Ferro

#pianistamilano   #servizimusicalimilano   #milanomusiczone  #davideferro   #produzionevideo   #saladaconcertomilano  #salaconferenzemilano

PAGINA FB

https://www.facebook.com/davideferropianista?ref=hl

BLOGGER

http://davideferropianista.blogspot.it/p/chi-sono.html

PAGINA PINTEREST

http://www.pinterest.com/davideferropian/pianista-davide-ferro/

CANALE YOUTUBE

https://www.youtube.com/channel/UCR8k0Fys2tnY2LcFEk9wxkg

LINKEDIN

http://it.linkedin.com/pub/davide-ferro/77/1b9/12a

BUON ANNO CON STARDUST STUDIOS e nuove produzioni musicali 2015

STARDUST STUDIOS

AUGURA A TUTTI

UN MERAVIGLIOSO 2015!

http://stardustartisticstudios.blogspot.com/2015/01/buon-2015-con-tanta-buona-musica.html

#produzionevideo, #produzione audio
#scuoladimusica, #musicaeventilivemilano
#musicafestestardust
#studiodiregistrazionemilano
#serviziperscrittori

http://stardustartisticstudios.blogspot.com/2015/01/buon-2015-con-tanta-buona-musica.html

STARDUST ARTISTIC STUDIOS, MUSIC PRODUCTIONS, VIDEO PRODUCTIONS, SCHOOL OF MUSIC, MUSIC FOR EVENTS, SERVICES FOR POETRY

GENERAL INTRODUCTIONS
 
 
 
Stardust
Artistic Studios
are two
art studios in Milan and Paderno Dugnano, owned by Mariangela Ungaro &
Emanuele Contreras.
Services:
 

Artistic production (production of original work or cover, arrangements,
transcriptions …)
– Events and Concerts
– Audio Service
– Audio post production
– Video Services (shooting and editing)
– Education (teaching instrumental techniques and
media production courses music recording engineer)
– Criticism and essays related to Music
 
MUSIC PRODUCTIONS 

– recording studio
Original music composition
– Original arrangements of famous songs
– Original soundtracks for film or theater
– Original pieces for authors and songwriters
– Cover music customized (right tone for the performer
..)
– Recording studio for singers
– Recording ensemble or band.
– Audio post production
RELATED SERVICES TO ARTISTIC PRODUCTION
MUSIC:
– Cover cd color with custom graphics.
– Posters, postcards, business cards.
– Transcription and storage SIAE songs.
– Distribution of targeted web channels (music sites
and web-radio).
 
 


listen here

VIDEO PRODUCTIONS
 

 

 
– Productions of any tipes of videos with high
definition camera 
– Film editor, technical shooting, script, camera
operator, 
– Post production audio and video.
 
RELATED SERVICES TO ARTISTIC PRODUCTION
VIDEO:

DVD color cover  with custom graphics.

– Posters, postcards, business cards.​
– Distribution on web channels aimed
 
 
 
 
 
 
CONCERTS, MUSIC FOR  EVENTS.

listen and see here

 

 
 
Music of any type for parties, concerts, events,
weddings.
We have two audio systems complete with lighting
effects and smoke machine: real great live show
.
Our musics are not the usual bases, but they are very
original music recorded live and played 
by the best bands in jazz, blues, rock, pop-Being
artistic producers We have several musicians 
who work with us-then the result it’s a sound of
recording studio, as you can hear.
It’possible to request music on commission.

In addition, each song has a music video, featuring stunning images, on
request, 

can be projected on big-screen and create a great
setting.
For weddings we offer a complete service:
music for ceremony and music for entertainment at any
time.

We work all over Italy and abroad.

 
LITERARY SERVICES 
 
 

musicological conferences on various topics

• presentations of concerts
• articles
• critical essays related to music
• topical articles on the art world
• novels, short stories, poems, and lyrics for songs on commission
 
 
read here











TEACHINGS


 
• teaching piano
• teaching music theory, harmony, music history,
aesthetics, composition, orchestration.
• teaching of multimedia technologies for the
production of music
• courses of battery
• courses of sound engineer
•  teaching music to children
 
 
 
MARIANGELA UNGARO
 
 
Mariangela Ungaro was born in 1975 at Milan, where she
is living now.She is an eclectic artist: she studied piano with Paola Girardi
at International High School of Music in Milan; after her High Graduation,
whose she has achieved with brilliant results, she studied with L. Berman and
B. Petrushanskij.She was a concert artist: she played in Italy and abroad (also
U.S.A.) like soloist, along with different ensembles and orchestra as well.Since
her infancy, she won several important national and international Awards.She is
studying Composition with Sandro Gorli and Sonia Bo at the Conservatorio of
Milan.She has got specialized in music composing for films: she won III
Nascimbene Award with the music for the film “The Messiah” of Roberto
Rossellini. She worked for film makers. Her music has been listened at Verdi’
concert hall at the Conservatorio of Milan and in Puccini hall, and in many
theatres in Italy.In the meanwhile, she won the Shakespeare Award of Literature
for poems, novels, critic essays, theatrical screenplays.She worked as Film
Maker’ Assistant, Audio-Video Technician, Critic and Consultant on Music
applications (Cinecittà- Rome and also in Assisi with Franco Zeffirelli) and
Music Arranger for new singers at the national celebration called “Sanremo
Giovani” on 1996.Since she was 19 years old she is appointed for human
teaching at the National School.



EMANUELE CONTRERAS

 
 
Emanuele Contreras is an eclectic artist, he
experienced various fields of world music and technology.

He studied piano, percussion, composition, drums, singing jazz.

He graduated brilliantly in Milan as a sound technician.

He played with various bands and also works as a sound engineer for Jo Ring,
Biagio Antonacci, Dik Dik, Rossovivo.

Produced the first demo tape of the Latin Quarter.

The turning point came in 1993 with the album “Before Now” produced
by the WEA, to whom he collaborated on arrangements with Candelo Cabesas
(Litfiba percussionist).

The group will play two dates as a special guest of the tour “The shots
above” Vasco Rossi and participate Festivalbar.

In 1997 he composes, produces and sells 10 original pieces of Baroque music
commissioned by Theleme Multimedia.

Arranged and recorded several songs for Ambra Orfei, used for theatrical
performances.

In 1999 he studied computer graphics and html, he graduated as 3D with NewTek.

Produce a variety of work in computer graphics in architecture, design and TV
commercials.

In 2006, constitutes the Ratafià tribute band Conte.

In 2009 began a strong partnership with Mariangela Ungaro, which leads him to
compose music for several Italian films; Artistic Studios Stardust opened in
2010, which deals with audio-video production.

 
 
CONTACT US:
info@stardustgroup.it
mariangelaungaro@libero.it
emanuele_contreras@fastwebnet.it
 
Mobile:
3772087380
Mobile: 3497160616
Mobile: 3403465396
Mobile: 3423193030
phone: +390223166295
phone: +390299769737​

 

 

BUON NATALE TRA MUSICA E CINEMA

b1a97-esempio2bscritte

Credo sia giusto che CINEMA D’ASCOLTO rifletta minimamente sulle colonne sonore dei film associati a certe stagioni o festività dell’anno. I film di Natale sono sicuramente i cinepanettoni vari – con buona pace di Confucio che per l’ennesima volta ci ha preso dopo seimila anni- ma si aggiungono degli oramai “evergreen “del grande schermo come “Una poltrona per due” -anche citata nell’ultimo girato di casa Surace, per il capitolo “i tradizionalisti” . Ditemi se sbaglio, ma è la sinfonia italiana di Mozart a fare da fil rouge?

Indimenticabile “E.T. ” di Spielberg con le musiche -ovviamente- di Williams.

Il tema musicale con i ribattuti di legni rendono così perfetta la scena del volo delle biciclette e tutti quegli ottoni e percussioni sui temi epici…e il flauto sovrano simbolo dell’infanzia e forse della buona fede, della speranza, dei sogni. E.T. l’extra-terrestre è un film di fantascienza del 1982 diretto da Steven Spielberg.

Distribuito dalla Universal Pictures, E.T. divenne un successo al botteghino, sorpassando, all’epoca, Guerre stellari come film che ha incassato di più nella storia del cinema.

Il film è uscito l’11 giugno 1982 negli Stati Uniti d’America. Fu ri-distribuito nel 1985, e nel 2002, con l’aggiunta di nuove scene ed effetti speciali migliorati. La pellicola affronta temi cari al regista, come quello della crescita, del rispetto e della tolleranza. Spielberg crede che E.T. rappresenti tutto il suo lavoro.

Per il regista, E.T. aprì la strada a un nuovo genere di film: pellicole più personali, incentrate sulle emozioni e sulle condizioni umane dei protagonisti, come Il colore viola, Schindler’s List e Amistad.

Nel 1994 è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Pochi sanno che il film era assolutamente autobiografico: dopo il divorzio dei suoi genitori nel 1960 Spielberg colmò il vuoto causato dall’avvenimento con un alieno immaginario che gli facesse compagnia.

Alcune curiosità: I dottori che lavoravano presso il centro medico dell’Università del sud California vennero reclutati da Spielberg per interpretare i dottori che cercavano di salvare la vita di E.T., in quanto il regista desiderava il massimo senso di realtà e naturalezza possibili.

Non a caso, il regista, per la prima volta nella sua carriera, non ha utilizzato uno storyboard per la maggior parte del film, così da permettere una maggiore spontaneità nelle performance. I tre protagonisti bambini vennero inoltre incoraggiati a improvvisare, inventando dialoghi o singole frasi. La battuta di Gertie, “Non mi piacciono i suoi piedi”, quando vede E.T. per la prima volta fu improvvisata da Drew Barrymore, così come l’intera scena tra l’alieno ed Elliott, dove quest’ultimo mostra i suoi giocattoli. Per la scena di Halloween, i ragazzi si presentarono sul set già vestiti con i costumi. Spielberg ricambiò lo scherzo, dirigendo per l’intera giornata vestito da maestra.

Il supervisore agli effetti speciali Dennis Muren vinse l’Oscar per i migliori effetti speciali.

La musica è di J. Williams, ormai collaboratore abituale di Spielberg; pur potendo lavorare solo e sempre su girati provvisori, senza sonoro né effetti speciali, e dovendo creare una composizione che rendesse simpatico un essere all’apparenza brutto come E.T., sue testuali parole, la colonna sonora è eccellente: Williams vinse l’oscar per il suo lavoro (il quarto della sua carriera) e la musica di E.T. può considerarsi entrata nell’immaginario collettivo. La canto quando vado in bicicletta😂.

Consiglio l’ascolto della scena del volo delle biciclette, che per me è la scena madre del film: il tema agli archi si avvale di corni e legni di sostegno al volo, che suonano con ribattuti leggeri ravvicinati e veloci; vi sono punti di luce con percussioni perchè è un mondo di bambini; i temi sono palleggiati tra legni e ottoni; notevole il contrappunto presente in tutto il brano e anche nelle altre scene.

Da notare come, verso la fine, in concomitanza con la partenza di E.T., il tema fantasy, concitato e fanciullesco, diventi glorioso, epico, pieno di ottoni e percussioni su pedale in tremolo degli archi fissi in adorazione o per lo stupore, tra le luci abbaglianti, la vista degli alieni sotto gli sguardi attoniti: le imitazioni del tema inspessiscono il tessuto tra wind chimes e arpe che creano un crescendo fino all’alternanza tipica V-I delle caldaie dei timpani come si addice ai migliori finali epici orchestrali.

1928_big

Un altro film eccezionale è ” la storia infinita” con i suoi temi ricorrenti alla maniera wagneriana. Credo si aggiungerà presto ai palinsesti, la trilogia de “Il signore degli anelli” anche qui il compositore , Howard Shore, enuncia tutta l’enciclopedia dell’orchestrazione e del coro post wagneriana.

Molti i film associati al Natale, tutti dediti ai buoni sentimenti, dal drammatico alla commedia, spesso si svolgono proprio in un contesto natalizio.

Dovessero dare “The family man” non perdetevi proprio all’inizio un esilarante Live di Nicholas Cage, che canta “La donna è mobile” dal Rigoletto verdiano.

(….)

Vi dicevo, nelle pellicole designate come natalizie, i colori, i suoni, i personaggi, sono gli stessi. Nel momento in cui l’uomo ha dato dei simboli a date azioni o sentimenti che prova, sono nati i simboli e quindi i suoni.

Nelle pellicole natalizie non possono quindi mancare le piccole, luminose percussioni, l’oboe, per tradizione, la zampogna, una fisarmonica e magari un violino infreddolito.

Suoni che ci immergono immediatamente e ugualmente nella stessa dimensione temporale. Come se la musica, in un solo modo riconosciuto da tutti allo stesso modo, ci negasse le categorie di spazio e tempo e fosse il vero spirito del Natale che ci fa svolazzare tra le nuvole.

(…)

Sempre a Natale ci vengono proposti i – sempre i stess’- classici film sulla natività. In quelle pellicole il coro è un po’ più preponderante , le voci sono associate a quelle degli angeli, che cantano la gloria del Signore.

(…)

Libri sotto l’albero, per un Natale davvero speciale.

La condivisione, l’altruismo e l’umiltà sono alla base del successo.

http://www.pluriversumedizioni.it/

Non c’è regalo più bello a Natale di un libro: non si tratta solo della magia sprigionata dalle parole scritte sulle pagine a stimolare la nostra immaginazione, il nostro senso critico, un libro smuove la nostra coscienza. E’ la vita di una persona che si è donata a noi, ha un messaggio per noi. Dopo aver finito di leggere un libro ci sentiamo cambiati, come accade dopo un viaggio: siamo diversi, più maturi, abbiamo qualcosa in più dentro, qualcosa su cui riflettere, qualcosa da raccontare…

La casa editrice PLURIVERSUM offre una stagione autunnale feconda. Vi aspettiamo sul sito dove è possibile acquistare i volumi in tutta sicurezza e riceverli direttamente a casa.

A Natale regalate una storia, un viaggio della mente, un messaggio irripetibile, il miglioramento dell’anima.

THE LOBSTER

ESTRATTO DA “CINEMA D’ASCOLTO” di Mariangela Ungaro

II volume, “Il cinema e la musica dei paesi mediterranei”
– il cinema greco-

The Lobster è un film del 2015 scritto e diretto da Yorgos Lanthimos, al debutto in un film in lingua inglese, con protagonista Colin Farrell e Rachel Weisz.

La produzione del film è notevole: Grecia, UK, Irlanda, paesi Bassi e Francia. Ha meritatamente ottenuto il premio della giuria al Festival di Cannes nel 2015.

Devo dire che il film è decisamente ben fatto, ben recitato;  ha una sceneggiatura davvero originalissima ed interessante. In un futuro che sembrerebbe piuttosto prossimo, gli esseri umani sono riconosciuti dalla società e lasciati in vita solo se sono accoppiati, altrimenti sono costretti ad andare in un albergo dalle regole assurde e trovare una compagna o un compagno entro 45 giorni. Allo scadere del tempo concesso, l’individuo che non ha trovato la compagna o il compagno saranno trasformati in un animale scelto da loro.

Per prolungare la permanenza in albergo e avere la possibilità di accoppiarsi, gli individui sono portati nel bosco, a caccia di coloro che si chiamano solitari e che si sono dati alla macchia per rimanere single e liberi: ogni solitario colpito è un giorno in più in albergo.

David, il protagonista del film, si ritrova solo dopo che la moglie lo ha lasciato, viene quindi portato in albergo. Lo segue il suo cane, che in realtà è il suo sfortunato fratello. In albergo incontra uomini e donne ma David non ha fortuna, nemmeno durante la caccia. Il tempo a lui concesso sta per scadere, quindi decide, prima di essere trasformato in un’aragosta, di accoppiarsi con la donna “senza cuore”. Lei però è davvero disturbata, infatti uccide il cane di David per vedere la sua reazione: solo se è senza cuore come dice di essere, lei resterà con lui. David però, alla vista di suo fratello in una pozza di sangue, crolla. Lei vuole denunciarlo. David a questo punto la elimina, con la complicità di una cameriera, e fugge nel bosco. Qui incontra un gruppo di solitari, tra cui la donna che diventerà sua compagna. Anche presso la comunità di solitari vi sono regole disumane; David e la sua ragazza, scoperti e minacciati dalla leader della comunità, una ragazza aggressiva e autoritaria, che addirittura rende cieca la povera donna, decidono di fuggire. Ci riescono. Una volta liberi, lui cercherà di accecarsi per vivere nelle stesse condizioni della sua compagna.

Le musiche, sotto la supervisione di Amy Ashworth, sono tutte di repertorio e si differenziano per la funzione IN e di commento.

In ordine di apparizione (o ascolto) esse sono:

Beethoven, quartetto in fa maggiore opera 18 numero 1, adagio affettuoso ed appassionato.

Shostakovich, quartetto numero 4, IV movimento

Nick Cave “Something’s gotten hold of my heart (di Roger Greenaway e Roger Cook)
R. Strauss, Don Quixotte, opera 35

Danai Stratigopoulou “Apo Mesa Pethamenos”

A. Schnittke, quintetto con pianoforte, II movimento, in tempo di Walzer

Strawinskij, 3 pezzi per quartetto

– A. Schnittke, quartetto numero 2

Nick Cave e Kylie Minogue “When the wild roses grow”

“Giochi proibiti”

Britten, quartetto numero 1 opera 25

“S’agapò” o “Ti ‘ne afto pou to lene agapi” (Loren – Maraudas)

E’ interessante notare come Beethoven e Shostakovich si alternino, accompagnando e segnando in modo ben marcato la struttura del film: il primo per i momenti di rassegnazione, con voce narrante fuori campo che descrive la situazione, il secondo per quelli di grande tensione. Le canzoni, quando proposte in versione originale, sono tutte IN, tranne una di commento (con effetto straniante di musica al di sopra delle parti) : in un caso si tratta di riarrangiamento suonato e cantato (orrendamente) dal vivo, mentre le altre canzoni provengono da apparecchi audio che si vedono in scena. “Giochi proibiti” è l’unico brano solo strumentale suonato dal vivo da un duetto di chitarre.

Dopo il prologo e i titoli di testa, rispettivamente con rumori di scena e nel silenzio più totale, ascoltiamo le note iniziali del quartetto in Fa maggiore -opera 18 numero 1- di Beethoven: l’adagio affettuoso ed appassionato accompagna, con i suoi accordi ribattuti morbidamente in successione ravvicinata di 3 e la melodia struggente, condotta dal primo violino, le scene in cui David viene portato in albergo e vi giunge rassegnato. Con lui c’è suo fratello, tramutato in cane.

Davide entra nell’hotel, deve subire un interrogatorio e sottostare alle regole che gli vengono elencate sommariamente: la musica è di Shostakovich, quartetto numero 4, IV movimento. Tre note lunghe all’unisono nel piano fanno da trampolino inaspettato a due gruppi di tre accordi violenti, marcati, nel fortissimo, di breve durata e ravvicinati.

L’alternanza tra i due brani antitetici di Beethoven e Shostakovich procede anche per tutte le seguenti scene successive: Beethoven accompagna la scena in cui David è in camera sua, una squallida singola, e vede la dotazione dell’albergo descritta dalla voce fuori campo (che poi si scoprirà essere la voce della donna che David incontrerà nella comunità dei solitari e che amerà fino alle estreme conseguenze); Shostakovich sigillerà invece il momento in cui David è ammanettato dalla direzione dell’albergo: sperano che identifichi la mancanza di un pezzo del suo corpo con la mancanza di una consorte!

Ritorna Beethoven: David è nella sala della colazione e comincia a farsi un’idea degli astanti, mentre la voce fuori campo descrive fatti e personaggi.

Arriviamo così al primo brano cantato, in versione IN, quello di Cave “Something’s gotten…” interpretato dal direttore dell’albergo e sua moglie: i single sono in una sala da ballo e devono conoscersi. David chiede ad una ragazza di ballare e appena si alza dalla sua postazione e si presenta alla giovane, ascoltiamo Strauss, l’estratto da Don Quixotte: il brano di commento si fonde inizialmente in una cacofonia notevole con la canzone IN dei due albergatori, ma poi diventa padrone indiscusso di commento, con la sua orchestra piena, baldanzosa e prorompente,  svoltolata dopo un trillo tensivo.

Arriviamo alla scena della caccia: la canzone è “Apo Mesa…” di Danai Stratigopoulou

cantautrice ateniese, (1913 – 2009). La canzone esordisce con il pianoforte, che si rotola su scale e volatine neanche fosse un brano chopiniano, poi accompagna in modo discreto la voce femminile. Il testo della canzone parla di una donna abbandonata a cui viene chiesto che valore abbia la vita: lei risponde che la vita ha valore se è piena d’amore e che quando lo si perde si diventa vivi all’esterno ma morti dentro. Anche i single dell’albergo che devono cacciare i solitari per allungare la propria permanenza in hotel sono morti dentro. La canzone è struggente ma di grande dignità, e sembra osservare con rassegnazione l’abrutimento dell’azione di caccia. Forse non è un caso che la canzone abbia un sound style anni ’30, come se provenisse da un grammofono o da una radio durante la seconda guerra mondiale.

Va notato infatti che l’albergo conserva la natura profonda di un lager, e umilia i suoi “ospiti” facendoli addirittura assistere ad uno spettacolo di mimo in cui gli si dimostra che vivere da soli ha solo svantaggi: viene mimata la morte di un uomo per affogamento se non interviene la moglie e lo stupro di una donna proprio perché single. Durante il “teatrino” avvilente ascoltiamo il quintetto di Schnittke: un valzer, appunto, il simbolo musicale già utilizzato dal cinema per connotare idea di società fissa, ristretta di mentalità, non al passo coi tempi, che rifiuta qualsiasi moto dell’anima che vada contro alla morale istituzionale e allo status quo da conservare acriticamente e ipocritamente, anche con la violenza; il valzer è staniante, lacerato dall’interno, melodia e armonia sono atonali, conservano solo l’idea ritmica e timbrica del valzer, quindi solo l’apparenza.

La stessa musica accompagna anche le scene inframezzate al teatrino, in cui David viene sessualmente stimolato da una cameriera per istigarlo a trovare celermente una compagna, e la scena in cui uno degli uomini single viene punito –una mano gli viene bruciata nel tostapane- per aver praticato autoerotismo.

Riascoltiamo Beethoven quando, insieme alla voce fuoricampo, troviamo David che allontana la donna “dei biscotti al burro” e Shostakovich, quando gli uomini diventati amici di David litigano furiosamente per futili motivi.

Nella scena della piscina, in cui uno degli amici di David –il ragazzo zoppo- cerca di abbordare la ragazza che soffre di epistassi, ascoltiamo un estratto dai 3 pezzi per quartetto di Strawinskij: la ragazza sta nuotando in piscina a dorso, i suoi movimenti sono lenti, ripetitivi, inespressivi, così come quelli degli archi stranianti, alienati, lenti e senza una meta.

Tornano Beethoven e Shostakovich: Beethoven, con immancabile voce femminile narrante fuori campo, accompagna la scena in cui David, nel campo di golf, ha deciso di provare a conquistare la donna “senza cuore”, pur di salvarsi. Nella scena successiva, sonorizzata invece con la musica di Shostakovich, i due sono in una vasca idromassaggio e lei finge di strozzarsi con un’oliva: vuole vedere la reazione di lui che resta effettivamente impassibile, in modo da capire se anch’egli è senza cuore e se tra loro due è possibile una storia.

La musica che segue è l’apoteosi dell’allucinazione: il delirio acuto e piano degli archi del quartetto di Schnittke connota alla perfezione la scena in cui David e la donna senza cuore sono nella stessa camera ed iniziano a conoscersi meglio come coppia: hanno rapporti sessuali e lei, impassibile, esige di vedere il volto di lui, per assicurarsi che non provi alcun piacere o emozione.

Segue Shostakovich  a sonorizzare uno dei momenti più drammatici e tensivi del film: la donna senza cuore ha ucciso a calci e poi pugnalato il cane di David: la povera bestia, in realtà fratello di David, ha sofferto atrocemente. David lo vede in una pozza di sangue, e crolla. Decide di uccidere la donna e ci riesce, con la complicità della cameriera dell’albergo che sta anch’essa meditando la fuga. Non poteva esserci sonorizzazione migliore.

Ascoltiamo nuovamente Beethoven quando David fugge nel bosco, dove la leader dei solitari, una giovane donna patologicamente  dura, autoritaria e senza scrupoli, sta cercando tartufi con un maiale al guinzaglio. In questo contesto, dalle regole atroci – scavarsi la fossa da soli in caso di morte, no rapporti sessuali o sentimentali tra solitari, punizioni disumane a chi infrange le regole – David conosce la sua compagna.

Torna anche Shostakovich a sonorizzare i momenti di tensione: durante una battuta di caccia, la compagna di David conficca un coltello nella gamba di uno degli ex amici di David, salvando il suo amato. Segue Beethoven a sonorizzare le scene successive in cui David regala dei conigli alla compagna che gli ha salvato la vita, mentre la voce fuori campo racconta alcune ricette a base di coniglio!

A volte i solitari vanno in città – luogo concesso solo alle coppie- per fare rifornimenti di viveri e altro. David e la compagna, la leader e un altro uomo camminano in abiti civili in un centro commerciale: la scena è commentata da un altro estratto dal Don Quixotte di Strauss. I solitari sono anche soliti fare irruzione nelle stanze delle coppie per fare in modo che scoppino: è quello che succede nelle scene successive, con il commento di Shostakovich. Poi i solitari festeggiano il successo ballando nel bosco, ma da soli, ciascuno con il proprio riproduttore in mano e cuffie nelle orecchie: trattasi di musica da discoteca, ma davvero impossibile da decifrare, si sente pianissimo.

Più avanti nel film David e la sua compagna ballano: devono sottostare alla regola del ballo singolo con riproduttore personale e cuffie, ma i due sincronizzano gli apparecchi e riescono a qualche modo a ballare insieme. La canzone del ballo è “When the wild roses grow” interpretata da Nick Cave e Kylie Minogue.

La relazione clandestina tra David e la donna è sonorizzata con Beethoven: la voce fuori campo descrive con accuratezza le azioni e ci codifica i gesti apparentemente senza senso tra David e la donna, l’unico modo che hanno per comunicare.

Durante una nuova gita in città, la leader porta David e la donna a casa dei suoi genitori, che si esibiscono in un duetto di chitarre acustiche con “Giochi proibiti”: trattasi di musica IN, sulle cui note David e la compagna non possono fare a meno di esplicitare involontariamente il loro rapporto amoroso…la leader li osserva meditando la punizione (scene sonorizzate con Beethoven) e infine decide di punire la donna facendole fare un intervento agli occhi che invece di guarire la sua miopia la renderà cieca (riascoltiamo Strawinskij quando la donna è sulla sedia operatoria).

La donna, ormai cieca e disperata, cerca di difendersi dalla leader ma uccide involontariamente la cameriera che ormai fa parte della comunità dei solitari (Shostakovich).

David non abbandona la sua compagna, cerca invece di rieducarla alla vita come non vedente: su armonici di archi fischianti nella zona sovracuta, che si muovono a fasce lente, si delinea una linea melodia di un timido pizzicato. Si tratta del quartetto numero 1 opera 25 di Britten: il brano connota la delicatezza e la devozione con cui David aiuta la sua compagna.

Beethoven aveva iniziato e Beethoven chiude il film prima dei titoli di coda: David colpisce la leader e la sotterra nella buca che aveva preparato per sé costretto dalla donna; lui e la compagna fuggono dal bosco e arrivano in città, sono liberi. Non vi è sonorizzazione quando David decide di accecarsi.

I titoli di coda: ascoltiamo la canzone ““S’agapò” o “Ti ‘ne afto pou to lene agapi” interpretata da Sophia Loren e Tonis Maroudas (anche autore del brano). La canzone, per piccola orchestra classica, cui si aggiunge l’accompagnamento di chitarra acustica suonata come fosse un bouzouki, è cantata a mezza voce da voce femminile e maschile, in successione e in duetto. Si tratta della canzone usata in un altro film “Boy on a dolphin” di Jean Negulesco –regista statunitense di origine rumena- del 1957.

La canzone, molto nostalgica, si domanda che cosa sia davvero ciò che è chiamato Amore.

 Estratto da Shostakovich, quartetto numero 4, IV movimento.

tema lobster