Just another WordPress.com site

Link

INTERVISTA “MUSICA DA CERIMONIA”

INTERVISTA “MUSICA DA CERIMONIA”

wedding-music-list“Chi canta prega due volte”, ecco che cosa ci risponde Mariangela Ungaro, la nostra team leader musicale che fa del suo talento una passione dedicata ai wedding.

Image copyright: Amyn Othman

“Una volta realizzammo un evento sull’acqua. Eravamo tutti alle Maldive in occasione delle nozze di un celebre personaggio della Formula1 e ci venne chiesto di stupire gli ospiti con qualche “effetto speciale”. Immaginatevi allora care spose, un pianoforte che compare dal mare su una piattaforma galleggiante, proprio come in quella nota pubblicità… Ma il bello è stato che quella volta, alle Maldive era tutto vero.”

 

 

Una cerimonia religiosa o civile senza musica
è come una splendida città deserta.

Anche noi ci siamo chiesti quanto conti e quanto sia importante nel nostro evento avere una buona “colonna sonora”, che sia il filo conduttore delle nostre emozioni e questa volta lo abbiamo chiesto a Mariangela Ungaro, professionista di Milano, componente del gruppo Stardustgroup e membro della squadra The Bridal Day:

Ciao Mariangela, quanto è importante la musica in un matrimonio?
La Cerimonia religiosa deve esaltare la sacralità del gesto che si sta compiendo, e la musica deve approfondire, connotare tutto ciò con scelte mirate e la massima qualità.

In chiesa si crea la magia?

Sì, cantare in Chiesa è come una magia, per me è naturale, esprimo tutta me stessa.

È meglio un repertorio classico o si può variare?

Il repertorio può essere classico (BachWagnerMendelssohnAlbinoni,Schubert sono spesso eseguiti) ma alcune coppie scelgono anche musiche più varie, con inflessioni al gospel e alla musica dal film. Anche i canti da chiesa tradizionali possono essere meravigliosi, basta solo fare la giusta composizione, il giusto arrangiamento, e assumeranno toni da musica colta di alta qualità. Quello che conta a mio avviso è la passione con cui si lavora, con cui si fa arte, perché solo così qualsiasi scelta stilistica risulta ben fatta.

Che tipo di formazione usi e ti come posizioni?

Tenete conto della Chiesa: in una Chiesa piccola, una romantica “bomboniera”, va bene anche l’ensemble piccolo (armonium, flauto, violino, voce)
, mentre se amate il coro gospel, cercate una Chiesa moderna e spaziosa, si presta meglio, per ragioni acustiche oltre che per il repertorio an plein air a voci spiegate.
 La posizione migliore per il musicista è sul lato, per vedere bene che cosa succede e regolare i tempi degli interventi musicali.

È in caso di una cerimonia civile?

La cerimonia civile ha una libertà di tempi e sonorizzazione decisamente più grande rispetto alla cerimonia religiosa. Il repertorio può variare moltissimo, anche se è bene avere una certa coerenza degli interventi musicali. I momenti in cui la Musica è presente sono sicuramente l’entrata dello sposo, poi della sposa (o entrata simultanea della coppia), dopo il consenso e lo scambio degli anelli.

È possibile, anzi molto interessante e commovente, sonorizzare le poesie che vengono lette dopo le firme, generalmente da parte di cari amici o parenti, dediche personali, o poesie di Gibran. La musica avvalora la lettura, le parole. Per questo generalmente suono pezzi di grande letteratura pianistica in sottofondo, oppure chiedo agli sposi quale musica o canzone è per loro particolarmente significativa. Non è necessario utilizzare le marce nuziali della tradizione, è possibile anche scegliere una suggestiva musica per film. E per questo abbiamo esempi illustri.

Ultima domanda: si pagano i diritti per la musica eseguita?

No, La SIAE non si paga né per la cerimonia religiosa, né per quella civile.


Our wedding music list

Ingresso dello sposo: Marcia del principe di Danimarca/Be thou my vision
Ingresso della sposa: Marcia di Wagner
Gloria: Glorya in Excelsis Deo
Alleluja: Passeranno i cieli
Dopo il consenso: Largo di Haendel/Fratello sole sorella luna
Scambio della pace: Agnello di Dio
Santo: Bonfitto
Comunione: Symbolus 77 (Tu sei la mia vita)
Conclusione: Amazing grace. Ave Maria di Schubert, Canti da Chiesa, Ave Maria del Giubileo, Aria sulla quarta corda, Canone di Pachelbel, Dell’aurora tu sorgi più bella
Uscita degli sposi: Marcia di Mendelsohn (orchestrata)
   
 

“Who sings prays twice”, that’s what
Mariangela Ungaro tells, our team leader who does
of his musical talent a passion dedicated
to the weddings.

“Once we made an event on the water. We were all at the wedding of a famous character of the Formula 1 in Maldives, and we were asked to amaze guests with some “special effects” Wonder then, dear brides, a piano that appears from the waters on a floating platform, That time in Maldives It was all true.”

A religious or civil ceremony without music
is like a beautiful desert city.

Also we wondered what accounts and how important it is to have a good event in our “soundtrack” , which is the main theme of our emotions and this time we asked Mariangela Ungaro, professional Milan , a member of the group and member Stardustgroup the Bridal team Day :

Hello Mariangela, how important is music in a marriage?
The religious ceremony is to exalt the sacredness of the act that is taking place, and the music must deepen, connote anything with targeted choices and the highest quality .

Magic in the church ?
Yes, singing in church it’s like magic, it is natural for me, I give all of myself .

Is it better a classical repertoire or can it change?
The repertoire can be classic (authors such as Bach, Wagner, Mendelssohn, Albinoni, Schubert are often performed), but some couples choose a more varied repertoire with gospel inflections, or music from the movies. Even the songs from the traditional church can be wonderful, just do the right composition, the right arrangement, and take on tones from classical music of the highest quality. What is important in my opinion is the passion with which you work, which is art, because only then any choice of style is well done.

What kind of training do you use and how do you position the players?
Keep in mind of the Church: in a small church, a romantic “wedding favors”, should beright to have small ensembles (harmonium, flute , violin, voice)
, but if you love the gospel choir, you will belooking for a spacious and modern church, It will be better suited, for acoustic reasons, in addition to the repertoire an plein air to items explained. The best location for the musician is on the side, good to see what happens and adjust the timing of musical events.

And in the case of a civil ceremony?
The civil ceremony was a time of freedom and sound much bigger than the religious ceremony. The repertoire can vary greatly, even though it is good to have some consistency in the music . The moments when the music is this is definitely the entry of the groom, then the bride (or simultaneous entry of the couple), after the consent and the exchange of rings. It is possible, indeed very interesting and moving, sound reinforcement poems that are read after signatures, usually by close friends or family, personal dedications, or poems of Gibran. The music supports the reading and the words. For this reason, generally sound great pieces of piano literature in the background, or ask the bride and groom what music or song is particularly significant for them. It is not necessary to use the traditional wedding marches, you can also choose an evocative film music. And for this we have famous examples.

Last question: Are you paying the rights to the music played?
No, you do not pay SIAE nor to the religious ceremony, nor for that calendar year.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s